Il Medioriente dopo Obama

Neanche i più inveterati complottisti di area repubblicana avrebbero potuto immaginare che il “Change” promesso da Barack Hussein Obama avrebbe portato in soli otto anni la politica mediorentale degli Stati Uniti d’America così lontano da dove l’avevano lasciata sessanta anni di governi di Washington. La gestione della crisi della Casa Bianca seguente all’attentato di Parigi… Continua a leggere

Condividi

Il Regno Unito che verrà

Alla seconda settimana di campagna elettorale in vista delle elezioni generali del prossimo maggio i cittadini di Sua Maestà sono avvertiti: potrebbero sentirsi un po’ più italiani. Le aspettative sugli esiti delle elezioni in Gran Bretagna appaiono ancor più destabilizzanti rispetto al già inconsueto dato elettorale emerso dalle precedenti legislative del 2010. Allora i Tories… Continua a leggere

Condividi

Perestrojika italiana: Anno I

La rivoluzione dalle 8 alle 14 nei lavorativi, sabati e domeniche esclusi Compagni, il Partito ha tirato fuori il Paese dalle secche. Gli ultimi inequivocabili dati giunti dall’Istituto di Statistica del Popolo ci dicono che finalmente la nave va. Il piano quinquennale varato dal nostro Segretario Renzov ci dice che la strada della Repubblica Democratica… Continua a leggere

Condividi