L’Europa delle patrie o morte

Varsavia e Budapest “O l’Europa ai riforma ascoltando ogni Stato nazionale membro, o sarà la disintegrazione”. “Non cederemo alle pressioni”- tuona Kaczynski. Dalla nuova Europa, o meglio, da uno dei suoi più rilevanti paesi, la Polonia, giunge chiaro un monito ai fautori del centralismo e della omologazione in ogni campo, l’esigenza vitale di cambiar rotta,… Continua a leggere

Condividi

Polonia: Conservatori al potere

Era una vittoria annunciata, anche nelle proporzioni. Un trionfo che segna un brusco stop per Polonia europeista dei liberal, ma gli scandali e il dovuto bisogno di un ricambio condannavano fin dall’inizio le velleità di vittoria di PO. Il PiS di Kaczysnki ha condotto una campagna elettorale aggressiva come di consueto e il risultato ha… Continua a leggere

Condividi

Blocco dei migranti in Ungheria

La diaspora dei migranti si arricchisce di un nuovo capitolo. Stavolta altrove, sulla terraferma quantomeno, senza il rischio di affogare o venir speronati. Traffico sospeso martedì nella stazione ferroviaria di Budapest chiusa a causa dell’arrivo di treni con a bordo centinaia di migranti diretti verso Austria e Germania. Nel primo pomeriggio la polizia ha anche… Continua a leggere

Condividi