Bomba nordcoreana: condanna globale

La Corea del Nord rinnova la propria sfida al mondo con ulteriori test nucleari. I più preoccupati sono i vicini, dalla Corea del Sud al Giappone, ma anche gli Stati Uniti, l’Ue e la Russia. Il Consiglio di sicurezza dell’Onu, convocato d’urgenza, ha approvato una risoluzione di condanna unanime e si dice pronto al varo di… Continua a leggere

Condividi

Russia-Turchia e la politica biforcuta

Pur non essendo quel che gli indiani americani solevano definire “viso pallido”, Barak Obama prosegue nella propria politica “biforcuta” di guerra a chiacchiere contro terrorismo internazionale e boicottaggio – diretto e indiretto – di chi il terrorismo punta a sconfiggerlo combattendo. Il presidente americano persevera nella sua ormai disvelata strategia di far combattere ad altri… Continua a leggere

Condividi

Il Medioriente dopo Obama

Neanche i più inveterati complottisti di area repubblicana avrebbero potuto immaginare che il “Change” promesso da Barack Hussein Obama avrebbe portato in soli otto anni la politica mediorentale degli Stati Uniti d’America così lontano da dove l’avevano lasciata sessanta anni di governi di Washington. La gestione della crisi della Casa Bianca seguente all’attentato di Parigi… Continua a leggere

Condividi

Il nemico alle porte

La Francia e tutto il mondo civile piange il massacro di Parigi. La ferocia tutt’altro che folle dell’Isis ha raggiunto l’Europa ancora una volta ma in modo devastante. Non più mirando un nemico preciso ma facendo, per l’ennesima volta, un miracolo mediatico. L’epoca delle torri, delle stazioni o di qualsiasi posto presidiato appare superato mentre… Continua a leggere

Condividi

Assad o Jihad

I bombardamenti russi in Siria procedono e la cosa non piace agli Stati Uniti e ad altri paesi della Nato, che già da un anno sono impegnati militarmente sullo stesso terreno. In più, da quel che viene fatto trapelare, i russi stanno uccidendo dei civili con le loro bombe. È certo. Ma lo stesso sta… Continua a leggere

Condividi

Siria: il nuovo fronte russo

La Russia apre un altro fronte. La prepotente difesa dei propri interessi e delle proprie ambizioni nazionalistiche la porta stavolta in Siria, a difesa dell’ “amico”Assad. E ciò, dopo la querelle ucraina, la porta nuovamente a urtare con l’Occidente, Stati Uniti in testa, che Assad proprio non lo possono vedere. Si tratta di una guerra… Continua a leggere

Condividi

Ancora guerra fredda

La convergenza Usa-Russia, nonostante i riavvicinamenti nelle questioni terrorismo e accordo su nucleare iraniano, resta in assoluto una “convergenza parallela” Se ne parlava da un paio di mesi ed ora se n’è avuto conferma. Gli Usa hanno deciso di schierare, per la prima volta, alcuni sofisticati caccia F22 in Europa. Una sorta di monito, di… Continua a leggere

Condividi

Tra Putin e Obama spunta Silvio

Vladimir Putin tenta un avvicinamento a Barack Obama. Ha telefonato all’inquilino della Casa Bianca per discutere dei dossier più caldi a partire dalla crisi ucraina, che riportato i due paesi al clima della Guerra Fredda. Tema della telefonata anche l’ascesa di Isis e il programma nucleare iraniano, a 4 giorni dalla scadenza per l’intesa definitiva… Continua a leggere

Condividi

Guerra per l’Ucraina?

Tensioni sempre crescenti La partita ucraina assume giorno dopo giorno contorni sempre più macabri e inquietanti. Non foss’altro perché ci si gioca molto non solo in termini politici ma anche di credibilità. È assolutamente palese come l’irremovibilità di Poroshenko sia figlia dell’appoggio totale dell’occidente che oltre a garantirgli finanziamenti gli ha assicurato un grande sostegno… Continua a leggere

Condividi