Islamizzazione

La risposta di Erdogan Quando si dice la cura peggio della malattia. Oppure esercitando la nobile arte del paradosso, in realtà, pare che il golpe, non sia per nulla fallito, anzi. C’è un filo rosso che collega la colossale epurazione, in corso in questi giorni in Turchia e il fallito golpe, e i fatti politici… Continua a leggere

Condividi

La crisi turco-tedesca

Il riconoscimento del genocidio armeno da parte di Berlino ha aperto un vulnus difficilmente sanabile nelle relazioni tra i due paesi, per lo meno fin quando ad Ankara siederà Erdogan Inizialmente la cosa ha fatto arricciare un po’ il naso visto il passato tedesco in materia, prestando il fianco a sorrisini maligni. Ma la differenza… Continua a leggere

Condividi

Siria: virtual ceasefire

Dal titolo pare si tratti di un gioco per Playstation. È la realtà Scattato il cessate il fuoco, alla mezzanotte di venerdì 26 febbraio, le parti in causa hanno iniziato a violarlo. Con l’eccezione della Russia, che ha comunicato di aver bloccato tutte le operazioni in Siria, e formalmente degli Stati Uniti, che sono intervenuti contro l’Isis… Continua a leggere

Condividi

Pastiche siriano

  La partita siriana è talmente “bisticciata” che chiama in causa sempre nuovi attori pronti a puntare fiches pesanti Intanto, le scelte turche stanno diventando sempre più un elemento decisivo per il futuro della guerra in Siria. Al pari dei sauditi, i turchi vogliono una Siria a guida sunnita, quindi senza Asssad che è Alawita. La Turchia… Continua a leggere

Condividi

Russia-Turchia e la politica biforcuta

Pur non essendo quel che gli indiani americani solevano definire “viso pallido”, Barak Obama prosegue nella propria politica “biforcuta” di guerra a chiacchiere contro terrorismo internazionale e boicottaggio – diretto e indiretto – di chi il terrorismo punta a sconfiggerlo combattendo. Il presidente americano persevera nella sua ormai disvelata strategia di far combattere ad altri… Continua a leggere

Condividi

Giubileo in tempi di “guerra”

All’arrivo del giubileo, oltre la incredibile figura (carismatica e popolare) di Sua Santità, quello che si nota rispetto al precedente è la sensazione di paura e di non coinvolgimento della gente, a fronte del pericolo terroristico che purtroppo stiamo vivendo. Oltre le inevitabili conseguenze di caduta dei consumi e del PIL che statisticamente avvengono in… Continua a leggere

Condividi